Nicotina

sigaretta, siga, paglia, stizza, sizza, cicca, bionda, zaga

 

La sostanza:

Il tabacco è un semilavorato della foglia della pianta. Nicotina tabacum che fumato o masticato rilascia nicotina.

La nicotina è il principio attivo del tabacco che induce dipendenza, agisce su diverse aree del cervello, in particolare su quelle coinvolte nei meccanismi di gratificazione. La nicotina è una sostanza tossica: un adulto morirebbe se assumesse in una sola volta 5 milligrammi di nicotina pura. Oltre alla nicotina, il fumo di tabacco contiene circa 3700 sostanze tossiche, di cui almeno 40 sono cancerogene. Tra queste sostanze figurano ammoniaca, arsenico, catrame, cianuro di idrogeno, monossido di carbonio a gas butano. Il fumo di sigaretta è la più importante causa di morte e di malattia evitabile in Europa. Si calcola che per il fumo di sigaretta nel mondo muoia una persona ogni sei secondi (dati OMS).

 

Modalità di assunzione:

Il tabacco è una sostanza che può essere assunta per via orale o nasale.

 

Effetti e rischi:

Inizio degli effetti           dopo pochi secondi le molecole di nicotina raggiungono il cervello. La nicotina viene liberata nel momento stesso in cui si accende una sigaretta che, con le particelle di catrame, arriva direttamente nei polmoni per poi passare nel sangue.

Durata degli effetti           qualche minuto. La nicotina provoca attenzioni diffuse in tutto il corpo: accelerazione del battito cardiaco, aumento della pressione sanguigna, restringimento dei vasi sanguigni con conseguente diminuzione dell’apporto sanguigno ai tessuti e della temperatura corporea che si percepisce soprattutto alle estremità (mani e piedi). La nicotina è una sostanza che provoca dipendenza, costringe il fumatore ad assumere in continuazione la sostanza e ad aumentare il numero delle sigarette fumate per raggiungere l’effetto desiderato. La dipendenza della nicotina causa nel fumatore la sindrome da astinenza in caso di mancata assunzione riconoscibile da sintomi quali: nervosismo, depressione, difficoltà di concentrazione, insonnia, aumento dell’appetito. Il rischio più noto per la salute è il cancro: ai polmoni, alla trachea, ai reni o al pancreas.

Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari o disturbi legati alla circolazione sanguigna insorgono perché la nicotina provoca costrizione dei vasi e accelerazione del battito cardiaco. A lungo andare, ciò può causare infarto cardiaco, ictus, ma anche portare all’impotenza sessuale. La ridotta circolazione del sangue è responsabile della degenerazione della pelle. Rispetto ai non fumatori, la pelle di un fumatore è pallida e grigia. Le righe si formano prima. Gli indumenti e i capelli puzzano, i denti e le dita ingialliscono. Olfatto e gusto si deteriorano.

I fumatori sono più esposti al rischio di avere problemi ai denti e alle gengive.

 

ATTENZIONE!

Alcuni medicamenti (come la pillola anticoncezionale) in combinazione con la nicotina hanno influenze negative sulla circolazione sanguigna (rischio trombosi).

Le persone affette da problemi circolatori, cardiaci e respiratori dovrebbero astenersi dal consumo di tabacco.

Il fumo durante la gravidanza determina un rallentamento della crescita del bambino con conseguente riduzione del peso alla nascita e un rischio più elevato di parto prematuro e di morte improvvisa del neonato. Rinuncia al consumo durante il periodo della gravidanza.

Fuma digitale per ridurre i rischi legati alla combustione del tabacco.

 

Informazioni legali:

Il tabacco è una sostanza legale, a vendita libera presso i tabaccai, con l’eccezione dei minori di 18 ai quali è vietata la vendita.